PICCOLA GUIDA SULLA SCELTA DELLA FASCIA

PICCOLA GUIDA SULLA SCELTA DELLA FASCIA
PICCOLA GUIDA SULLA SCELTA DELLA FASCIA

Quando si pensa ad una fascia ci assalgono mille dubbi e domande. In primis la dicitura rigida accostata all’immagine delicata di un neonato fa storcere il naso. In realtà questa definizione serve semplicemente a distinguerle da quelle elastiche, che vanno bene fino ai 2-3 mesi del piccolo o ai 6 kg c.a. di peso. Per questo sconsigliamo l’acquisto dell’elastica, a meno che non ve ne sia una necessità come per i bimbi prematuri.

Le fasce rigide non sono tutte uguali: si possono trovare di taglie differenti – da scegliere in base alla corporatura, all’età del bimbo e alle legature che si vogliono fare – ma anche di differenti tessiture, composizioni e grammature.

Tessitura

La trama delle fasce deve essere ad armatura diagonale per permettere una “rigidità” verticale ed orizzontale ed una “elasticità” diagonale. Questo ne aumenta la capacità di avvolgenza e la facilità di legatura.

Inoltre per poter rendere confortevole e resistente la fascia, la disposizione del filo rispetto all’ordito, può essere di diversi tipi. Questo vuol dire che due fasce con tessitura diversa possono rendere in maniera molto differente anche a parità di grammatura e di composizione.

  • Saia è un intreccio caratterizzato da una rigatura diagonale
  • Spina di pesce rende il tessuto morbido e resistente
  • Diamante rende il tessuto sottile ma con una struttura solida e compatta
  • Jaquard, consente di ottenere un disegno che non è né stampato né ricamato ma impresso nella trama

Grammatura

La grammatura indica il peso della stoffa per metro quadrato e può essere:

  • bassa (170- 220 g/m2)
  • media (tra 220 e 260 g/m2),
  • alta (260-390 g/m2)
  • molto alta (sopra i 390).

Si tende a pensare che le grammature basse siano adatte ai neonati e le alte per i bambini più grandi. Questo in parte è vero, ma tanto dipende dalla composizione del tessuto e dalla tessitura. Quindi una fascia per essere valutata dovrà essere considerata in tutti i suoi aspetti.

 

Composizione

Cotone
É la fibra che compone la maggior parte delle fasce. La stragrande maggioranza sono in cotone o puro o misto ad altre fibre. Il cotone è largamente utilizzato per la sua semplicità di gestione sia per la semplicità di lavaggio che di asciugatura. Spesso, poi,  la prima fascia che viene acquistata è in 100% cotone poiché, a seconda della grammatura, sono adatte per tutti i livelli di esperienza nel legare e per tutte le fasce di età del bimbo.

Lino
Un’altra fibra molto diffusa è il lino. Spesso miscelato al cotone per renderlo più morbido e al pari del cotone è molto facile da lavare e asciugare. Le note distintive del lino sono la maggiore traspirabilità, che lo rende particolarmente adatto per l’estate, e la maggiore rigidità della fibra che la rende più laboriosa da domare ma anche più sostenitiva.

Canapa
Simile al lino come caratteristiche ma ha bisogno di una domatura più decisa. Termoregolabile,  resistente e con un grip elevato è adatta ai bimbi più grandi.

Seta
Una delicatissima nuvola di morbidezza. Lucenti e bellissime queste fasce sono sicuramente molto delicate. Ne consegue una poca praticità anche per il lavaggio rigorosamente a mano e l’utilizzo per lo più per bimbi neonati.

Lana
La lana richiede una maggiore cura, quindi si consiglia il lavaggio a mano o con il ciclo delicati della lavatrice e l’asciugatura all’aria, preferibilmente stesa orizzontalmente. Termoregolatrice,  quindi è ideale in autunno o inverno, ma anche nei mesi più caldi, perché è estremamente traspirante.
Le fasce in misto lana sono solitamente molto morbide e non necessitano di particolare domatura. Adatte per i neonati e, a seconda della grammatura, utilizzabili per tutto il percorso.

Bamboo
Richiede un lavaggio delicato in acqua fredda e di essere asciugato all’aria in  posizione distesa.
Particolarmente leggero e traspirante, il bamboo è la scelta per l’estate, soprattutto per neonati e bambini più piccoli.

 

 

Le fibre di ultima generazione

Si stanno diffondendo sempre di più nuove fibre nelle composizioni delle fasce, molte delle quali sono ecologiche, ovvero sono ottenute dal riciclo di altri materiali o hanno derivazione vegetale.

Tencel
Il Tencel viene ricavato dalla polpa dell’eucalipto.
É una fibra molto fresca, in grado di assorbire l’umidità. É inoltre dotata di una grande elasticità e al tatto risulta essere molto liscia.
Difficilmente si stropiccia rendendo felici le nemiche del ferro da stiro! Particolarmente apprezzato durante l’estate, come il lino ma molto più facile da domare.

Modal
Ricavato dalla polpa di faggio, ha un’elevata capacità di assorbire l’umidità.
Il Modal è molto resistente all’usura e offre anche una protezione anti-UV, inoltre assorbe tantissimo l’umidità. Rende la fascia morbida e lucente e grazie alla sua particolare resistenza è adatto anche per i bambini più pesanti.

Repreve
Questa fibra viene ottenuta dal riciclo della plastica. Molto simile alla lana, morbido, confortevole e facile da legare, ma decisamente più facile da lavare. Non necessita di particolare domatura ed è resistente e fresca. Molto sostenitiva ma adatta anche ai neonati.

Seacell
Fibra ottenuta dalla cellulosa di un’alga marina. La Seacell è freschissima e particolarmente adatta l’estate. Molto resistente e adatto per tutti i pesi.
Particolarmente indicata per le pelli più sensibili e per i neonati.

 

Commenti

Iscriviti!

News Letter Differenziamoci